Erbario dell'Università di Sassari

Erbario dell'Università di Sassari

L’erbario del Dipartimento di Scienze della Natura e del Territorio dell’Università degli Studi di Sassari è stato fondato nel 1876.
È censito nell’Index Herbariorum (Holmgren K. et al., 1990) con la sigla (SS).
Attualmente ha una consistenza di circa 90'000 exsiccata, principalmente di piante vascolari, ed è articolato in 3 Sezioni, nelle quali sono state intercalate diverse collezioni:
-    Erbario storico, sezione più antica, chiusa, con campioni del 1800-1900, costituita da pacchi di famiglie sistemate in ordine alfabetico. Contiene varie centurie di piante dell’Italia e dell’Europa, provenienti da importanti raccolte.
-    Erbario 1960/2000, sezione chiusa, costituita da campioni raccolti negli anni che vanno dal 1960 al 2000, ordinato secondo la Flora analitica d’Italia (Fiori A., Nuova Flora Analitica d’Italia). Contiene la collezione Plantae Sardoae e alcune collezioni personali e territoriali, nazionali e internazionali.
-    Erbario 2000 in progress, sezione più recente, aperta, ordinata secondo i nomi delle famiglie e dei generi dello schema filogenetico APG III (Stevens, 2012). È costituita da esemplari della flora sarda e dell’area mediterranea.
A partire da aprile 2013, anche con l’intento di mantenere l’unitarietà dei diversi contingenti, queste sezioni trovano la loro collocazione spaziale al piano terra dell’edificio di via Piandanna nr. 4, a Sassari.
Sono in corso di inserimento consistenti collezioni algologiche e lichenologiche.